Illustrazione per Racconti Crestati

Bibliofilia di Riccardo Boccardi

“Aveva sempre fuggito quella squallida realtà provinciale. Preferiva rintanarsi in casa per gustare i suoi libri deliziosi. Aveva assaporato migliaia di vite senza però averne mai vissuta una pienamente. Ormai grigia e raggrinzita, continuava a tenersi a distanza dal mondo, timorosa. Seduta sul canapè sfilacciato tra cuscini polverosi annusava le singole pagine con fremente piacere, arricciando il lungo naso. Sorseggiava sempre del tè bianco in una tazza di finissima porcellana mentre si pasceva di quelle pagine fragranti. La signora baffuta dalla faccia topesca non leggeva i volumi, li divorava. La sua passione erano i grassi elenchi telefonici. Picacismo era stata la diagnosi.”